Per ottimizzare la tua esperienza di navigazione questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione si autorizza l'uso dei cookies. Maggiori informazioni
Accetto
Cerca Facebook - studioagape Twitter Studio Agape Youtube - Studio Agape
condividi: share facebook tweet this email

Peluria superflua e follicolite post depilatoria: come risolvere il problema

ultimo aggiornamento 1/7/2017 5:01:50 PM

Laser epilazione: vantaggi ed efficacia del nuovo laser Apogee Elite

Particolare dell
Finalmente è arrivata la primavera e le prime giornate di sole caldo invitano a passeggiare nei parchi. Ogni anno si rinnova il miracolo del risveglio della natura e tutto il nostro essere riacquista  vitalità. La primavera è anche il momento in cui si torna ad osservare la pelle, finalmente libera dopo il lungo esilio invernale, notandone ogni minimo difetto o imperfezione. Non c'è dubbio che uno degli in estetismi più diffusi e "sentiti" dalle persone, in particolare durante l'estate, sia l'eccessiva presenza di peli in zone più o meno visibili. La peluria superflua viene considerata esteticamente invalidante e ormai fin dalle prime fasi dell'adolescenza, femmine e maschi utilizzano ogni metodica a loro disposizione per rimuoverla. Le depilazioni iniziate precocemente e ripetute con frequenza, favoriscono però la comparsa di numerosi effetti collaterali. Uno dei disturbi più comuni è l'insorgenza di importati e diffuse follicoliti post depilazione. Per follicolite si intende la comparsa nelle sedi depilate, a pochi giorni dal trattamento di pustole, noduli e peli incarniti accompagnati talora da fastidio e dolore. Spesso queste lesioni compaiono dopo ogni trattamento e progressivamente si aggravano, potendo esitare in cicatrici e macchie. Le cause sono da attribuire al ripetuto danneggiamento meccanico e chimico della cute che ne altera l'equilibrio batterico - lipidico; tutto questo favorisce la comparsa di infezioni e la deformazione del fusto del pelo. Le sedi anatomiche più colpite sono l'inguine, il labbro superiore, le gambe e, nell'uomo, il dorso e la zona della barba. Quando compare la follicolite è importante cessare ogni trattamento depilatorio ed applicare delle creme antibiotiche. Talvolta l'uso costante di prodotti antisettici applicati subito dopo la depilazione e la riduzione del numero dei trattamenti, aiuta a contenere il fenomeno. Ma spesso queste accortezze non sono sufficienti ed il problema continua a manifestarsi puntuale, costituendo un fastidioso inconveniente per chi ne è affetto. Fortunatamente oggi il problema delle follicoliti post depilazione può essere risolto grazie all'avvento della Laser Epilazione. Infatti il trattamento con laser consente di eliminare in modo selettivo i peli superflui, senza danneggiare in alcun modo la superficie cutanea, riuscendo così a risolvere rapidamente questo problema. La seduta laser inizia con un colloquio fra dermatologo e paziente per evidenziare tutte le variabili che possono influenzare il trattamento, quindi si invita la persona a radere la peluria 24-48 ore prima della terapia; tale operazione è molto importante perché consente di individuare i peli in fase Anagen (quella sensibile alla luce laser), che essendo in crescita sporgeranno, dopo 48 ore, di circa 1 millimetro. Questa piccola sporgenza è fondamentale perché, quasi fosse una antenna di trasmissione, consente alla luce di penetrare nel follicolo pilifero distruggendolo. Durante la seduta il raggio viene passato sulla zona scelta, dove si assiste ad una vera e propria "esplosione" dei peli. Si utilizza l'energia più alta tollerata dal paziente e la durata di impulso ottimale che viene calcolata in base alla sede corporea, alle caratteristiche del pelo e della pelle. Al termine della seduta la cute si presenta arrossata ma integra; l'eritema scompare nel giro di poche ore dopodichè si applica una crema emolliente per alcuni giorni ed una protezione solare qualche settimana. Nei giorni immediatamente successivi la seduta laser, si assiste ad una apparente rapida ricrescita della peluria. Si tratta in realtà dei peli colpiti nella fase Anagen che staccandosi dal follicolo cadono spontaneamente nell'arco di 15 giorni. Dopo ogni trattamento si osserva una percentuale variabile di peli (dal 10 al 20 %) che non ricrescono; questa percentuale cambia in base alla zona trattata, al colore del pelo all'intensità e dimensione del raggio utilizzato. Ci sono quindi numerosi parametri che vanno correttamente selezionati al fine di avere una depilazione efficace; ecco perché i risultati clinici possono variare in base all'efficacia del laser, all'esperienza e alla professionalità dell'operatore.  Il numero dei trattamenti necessari a risolvere una follicolite varia in base alla sede anatomica e alla gravità del quadro clinico, ma generalmente dopo 4 - 5 sedute consecutive (distanziate fra loro di circa 4-6 settimane) la situazione è decisamente migliorata. Una volta ottenuto la risoluzione del quadro clinico i trattamenti laser vengono progressivamente diradati nel tempo fino a raggiungere un periodo di completa assenza dei peli. Recentemente è stato realizzato un Laser combinato * che associa, in un'unica struttura, le due sorgenti più efficaci per il trattamento dei peli superflui: il laser ad Alessandrite (755 nm) ed il laser Nd:YAG (1064 nm), entrambi a pulsazione lunga.. L'associazione delle due lunghezze d'onda consente di trattare in modo efficace e sicuro sia i carnati scuri che quelli chiari ed  i peli spessi o sottili, di colore compreso fra il nero ed il castano chiaro fino anche al colore rosso e biondo. Inoltre l'utilizzo di un raggio di grandi dimensioni, la possibilità di variare in modo preciso la durata dell'impulso e l'impiego di alte energie, consentono risultati clinici eccellenti anche nei casi di peluria più resistente. Allo stesso tempo dobbiamo dire che  il laser non è una "bacchetta magica" ma necessita di certi tempi tecnici, di una stretta collaborazione fra medico e paziente e soprattutto esperienza e professionalità da parte dell'operatore al fine di avere, in sicurezza, i migliori risultati clinici. 

        * - Gold MH. Lasers and light sources for the removal of unwanted hair . Clin Dermatol 2007:25 (5);443-53 -      - Casey AS, Goldberg D. Guidelines for laser hair removal. J Cosmet Laser Ther. 2008Mar;10(1):17-23 2004;151:1029-1038. -      - Khoury JG, Salja R, Goldman MP. Comparative evaluation of long-pulse Alexandrite and long-pulse Nd:Yag laser system used individually and in combination for axillary hair removal. Dermatol Surg. 2008 Feb 6 .  
Mediagallery
Correlazioni
Studio agape
Contatti Tour virtuale